Macchine per fare il pane migliori: opinioni, recensioni, prezzi, migliore macchina per il pane

Vuoi acquistare uno strumento che ti consenta di sfornare dell’ottimo pane, senza tuttavia dover mettere tu stesso le mani in pasta?

Allora la macchina per fare il pane è l’elettrodomestico che stai cercando! Esistono diverse aziende produttrici e tantissimi modelli sul mercato. Dovrai fare una scelta ponderata e in linea con le tue esigenze e i tuoi gusti.

In questo articolo ti offriremo una panoramica sulle macchine per impastare il pane. Quali sono le loro caratteristiche? E la loro struttura? In quanti modi puoi utilizzarle?

Perché acquistare una macchina per il pane?

L’acquisto di una macchina per il pane serve, naturalmente, per preparare il pane in casa. Le ragioni per cui comprare questo elettrodomestico sono molteplici.

Per esempio, potresti voler fare un certo investimento in partenza per poi risparmiare sull’acquisto di questo alimento; oppure, vivi una vita molto impegnata e non sempre riesci a garantirti l’acquisto di pane fresco giornaliero da utilizzare per i tuoi pasti.

Una macchina per il pane potrebbe letteralmente cambiarti la vita in questo senso. Avresti sempre a tua disposizione il giusto quantitativo di pane per le tue esigenze e potresti inoltre congelarlo per averlo sempre a portata di piatto.

Non c’è un livello di esperienza consigliato per acquistare questo elettrodomestico. Puoi essere un professionista, un appassionato o un completo novello dell’arte culinaria. In quest’ultimo caso, sfrutterai la completa autonomia di questa macchina per poter gustare un pane preparato ad arte ogni volta che vuoi. Al contrario, se fossi un amante della cucina potresti avere a tua disposizione una scelta interessante: mettere le mani in pasta e prepararlo da zero oppure avere un elettrodomestico che, all’occorrenza, può occuparsi di questa preparazione, mentre tu ti dedichi ad altro.

Quali sono i costi?

Una delle prime domande quando si tratta di acquistare degli elettrodomestici per la cucina è sapere quanto costano. Infatti, si è ancora abituati a pensare che gli strumenti che facilitano il nostro lavoro in casa o in cucina costino un occhio della testa.

Se questo è vero per alcuni macchinari soprattutto professionali, le macchine per il pane vengono ormai vendute a dei costi piuttosto accessibili. In linea di massima, si passa dai modelli più economici veduti più o meno a 30€ o 40€, si sale intorno ai 150€ per i modelli di fascia media e oltre i 200€ per quelli più professionali.

In aggiunta, le macchine per il pane consumano pochissima energia elettrica sebbene stiano in funzione a lungo.

La struttura delle macchine per il pane

Per quanto riguarda la struttura delle macchine per il pane, questa è decisamente compatta e dalla forma rettangolare. Se avete familiarità con i fornai, vi accorgerete che le macchine per il pane sono simili, nella forma e nella funzione, ai loro macchinari professionali. Naturalmente, le dimensioni nel caso di prodotti domestici e ad uso familiare sono ridotte così come è ridotta la potenza dell’elettrodomestico.

Le macchine per il pane sono progettate con le seguenti componenti fondamentali:

  • il motore
  • un cestello generalmente di forma rettangolare
  • una o più pale impastatrici

Cosa fa una macchina per il pane

Ma, nello specifico, cosa fa una macchina per il pane?

La risposta è semplice. Non solo impasta gli ingredienti e lavora successivamente l’impasto, ma si occupa dei tempi di riposo e di lievitazione e, in ultimo, anche della cottura.

Insomma, la macchina per il pane è uno strumento completo all’interno del quale dovrai semplicemente inserire i singoli alimenti. Dopo di che, farà tutto da sola e senza bisogno di supervisione. Avrai a tua disposizione, a seconda del modello acquistato, una serie di programmi di lavorazione tra i quali scegliere.

Macchina per il pane o impastatrice?

Può capitare che la macchina per il pane e l’impastatrice vengano sovrapposte come elettrodomestici simili e intercambiabili. Tuttavia, questa è un’informazione errata ed è utile usare un po’ del nostro tempo per parlare delle loro importanti differenze.

L’impastatrice è un famosissimo robot da cucina, versatile e comodissimo da usare per lavorare una serie diversa di impasti. Non solo quello per il pane, ma anche quello per le focacce, per la pizza o per i dolci. Sebbene questo sia vero anche per le macchine per il pane, che possono essere usate anche per altre preparazioni, l’impastatrice si occupa di un unico passaggio: impastare.

Al contrario la macchina per il pane, come abbiamo già anticipato, non solo impasta, ma consente la lievitazione e, soprattutto, si occupa anche della cottura dell’impasto preparato.

Il motore

Vediamo nel dettaglio le componenti principali di una macchina per il pane iniziando dal motore. Sistemato all’interno dell’apposito corpo motore, questa componente deve avere una potenza in linea con la capienza della macchina per il pane e, al contempo, non far vibrare eccessivamente la struttura.

Un’eccessiva vibrazione, infatti, potrebbe andare a sollecitare in modo eccessivo le componenti meccaniche della macchina, aumentando le probabilità di guasti e rotture.

Scegliere invece un motore più o meno potente dipende dalle tue esigenze e dalla capienza della macchina per il pane.

Il cestello

Parlando di capienza della macchina per il pane, entra in gioco il cestello interno. È questa la componente all’interno della quale avviene tutta la lavorazione, la lievitazione e la cottura.

I cestelli sono generalmente costruiti con materiali antiaderenti e sono dunque semplicissimi da pulire. Inoltre, la loro forma è quadrata, il che significa che il formato base è quello del pane in cassetta.

La capienza del cestello, invece, dipende dal modello di macchina scelta. Generalmente, si passa da una capienza minima di circa 300g a una capienza massima che può anche superare i 2kg.

Le pale impastatrici

Le pale sono il cuore pulsante di una macchina per il pane. Sono loro, infatti, a occuparsi fattivamente della lavorazione dell’impasto grazie alla presenza di una lama preferibilmente in acciaio inossidabile.

La presenza di una o due pale è importantissima nella scelta del macchinario giusto per te. Infatti, qualora avessi l’esigenza di lavorare farine senza glutine almeno due pale sono fortemente raccomandate. Queste farine, infatti, sono generalmente più pesanti da impastare.

Inoltre, puoi scegliere tra delle pale alte o basse. Quelle basse sono ideali per gli impasti più facili, mentre quelle alte sono preferibili per le farine più particolari come quelle di farro, di segale, integrali o specifiche per le intolleranze al glutine.

In ultimo, le macchine per il pane con due pale riescono a preparare un pane dalla forma più rettangolare piuttosto che quadrata. Ma anche in questo caso, la scelta dipende principalmente dalle tue esigenze.

Le fasi di funzionamento

Possiamo dire che la macchina per il pane prevede quattro diverse fasi di funzionamento:

  • il riscaldamento, durante il quale gli ingredienti liquidi come latte o acqua vengono portati alla giusta temperatura per permettere al lievito di attivarsi
  • l’impastamento
  • la lievitazione
  • la cottura, possibile grazie al calore emanato da una resistenza elettrica

Naturalmente la cottura dipenderà dal programma selezionato, dagli ingredienti scelti e dalla quantità di impasto.

Per ottenere un risultato soddisfacente, ti consigliamo di inserire gli ingredienti in quest’ordine: prima i liquidi, poi la farina setacciata e solo in ultimo il lievito.

I programmi principali

Abbiamo già accennato alla presenza di diversi programmi di funzionamento. Ma quali sono, nello specifico?

Come regola generale, i programmi principali di cui sono ormai dotati tutti i modelli sono tre:

  • pane bianco
  • pane rustico
  • pane dolce

Scegliendo poi dei modelli sempre più avanzati tecnologicamente, avrai a disposizione degli altri programmi come, per esempio, quelli pensati per preparare il pane usando la pasta madre, effettuare preparazioni più light, fare il pane kamut o integrale. In alcuni casi potrai disporre anche di un’utilissima funzione rapida, perfetta per poter sfornare il tuo pane in tempi particolarmente veloci.

Le macchine per il pane prevedono di solito una categorizzazione dei programmi di lavorazione basata sui diversi tipi di farine utilizzate oppure sulla forma del pane. In quest’ultimo caso potresti trovare dei programmi pensati per preparare il classico pane in cassetta oppure una baguette o, ancora, dei panini. Naturalmente il classico cestello verrebbe in questi modelli accompagnato da una serie di accessori aggiuntivi per la creazione della forma richiesta.

Accessori utili: quali sono e a cosa servono

Una macchina per il pane può essere più o meno accessoriata. Gli accessori più importanti sono quelli disponibili per la creazione di diversi formati di pane. Come abbiamo visto, la lavorazione con il solo cestello ti consentirà di ottenere un pane di forma tradizionale, rettangolare e a cassetta.

Se volessi invece sperimentare con delle altre tipologie, dovrai usare degli stampini che vengono spesso dati in dotazione. Il funzionamento è molto semplice: inserisci lo stampino scelto all’interno della macchina per il pane, inserisci gli ingredienti e seleziona il programma di lavorazione. Il preriscaldamento, l’impasto e la lievitazione avverranno nel cestello, ma l’impasto verrà automaticamente trasferito nello stampo e cotto nel formato selezionato.

In aggiunta agli stampi, ecco quali sono gli accessori più comuni dati in dotazione:

  • dei dosatori
  • delle lame da aggiungere alle pale
  • un gancio da utilizzare sia per estrarre l’impasto dal cestello sia per prendere il pane cotto
  • un ricettario

Le caratteristiche principali di una macchina per pane di qualità

Una macchina per il pane, per essere considerata di qualità, deve avere determinate funzionalità aggiuntive, utili a rendere suo lavoro ancora più semplice e immediato. Avrai dunque a tua disposizione un pannello di controllo regolabile da uno schermo intuitivo.

Una funzionalità particolarmente utile è quella cosiddetta di memoria tampone. Potrebbe capitare che, per esempio, salti la corrente mentre la tua macchina per il pane è in funzione. Se hai acquistato però un modello con questa funzione, la macchina continuerà a lavorare nonostante l’interruzione di energia elettrica. Naturalmente, la memoria tampone non può durare in eterno. Tuttavia, a seconda dei modelli può arrivare a coprire anche mezzora.

Un’altra caratteristica fondamentale è la possibilità di poter programmare l’entrata in funzione della macchina per il pane. Così come succede per molti altri elettrodomestici, potrai così impostare un orario, inserire gli ingredienti all’interno del cestello e uscire per andare al lavoro, sapendo che al tuo rientro troverai il pane appena cotto.

A seconda dell’impasto, però, potresti voler aggiungere degli ingredienti prima della cottura. Se volessi dunque preparare del pane con cioccolato, uvetta e quant’altro, assicurati che il modello scelto abbia la funzione di aggiunta ingredienti. Le macchine per il pane più professionali ti consentono addirittura di poter inserire gli alimenti finali in una parte separata per poi aggiungerli in autonomia.

Due funzioni interessanti, ma disponibili solo in modelli piuttosto avanzati e di fascia alta sono le seguenti:

  • il mantenimento al caldo che, appunto, tiene il tuo pane al caldo dopo la cottura
  • la funzione doratura che può rendere il tuo pane più o meno croccante

Ti consigliamo di non abusare eccessivamente di queste funzioni qualora presenti, perché potresti far seccare eccessivamente il pane.

E i materiali?

Le macchine per il pane possono essere di due materiali, ovvero in plastica o in metallo.

Naturalmente, poter scegliere un modello in metallo e dunque un po’ più costoso è la soluzione migliore nonché quella più durevole nel tempo. Lo stesso vale per gli accessori: le alternative in metallo o acciaio inox sono sempre da preferire rispetto a quelle in plastica.

In questo modo, infatti, ti assicurerai una macchina per il pane durevole e resistente anche a un uso intensivo e prolungato.

La manutenzione di questi materiali è inoltre semplicissima. Dovrai semplicemente evitare spugne abrasive, bensì utilizzare del semplice detersivo e dell’acqua per il cestello o gli stampi. La lama delle pale può essere rimossa facilmente dopo averla tenuta in ammollo per circa un’oretta. Per quanto riguarda invece la struttura della macchina per il pane, sarà sufficiente usare un pannetto umido sia per l’esterno sia per l’interno.

Non solo pane

La macchina per il pane ha un ulteriore vantaggio: oltre a essere completa, è un elettrodomestico con un certo grado di versatilità.

Sebbene gli elettrodomestici da cucina più versatili rimangano i robot dotati di impastatrice e di modalità cottura, anche le macchine per il pane possono essere utilizzate per preparare non solo il pane, ma anche lo yogurt e le marmellate.

Scegliendo un modello di fascia alta avrai dunque queste due funzionalità presenti sul pannello di controllo. Inoltre, tra gli accessori avrai in dotazione dei vasetti nei quali conservare sia gli yogurt sia le marmellate.

Non dimenticare che con uno strumento come questo potrai ottenere anche degli impasti per la pizza e per alcuni dolci.

Le migliori marche sul mercato

Veniamo adesso all’importante questione delle marche presenti sul mercato. Quando si tratta di elettrodomestici per la casa e la cucina ti consigliamo di rivolgerti ad aziende conosciute se non altro per la facilità con cui potrai reperire degli eventuali materiali di ricambio. Non sottovalutare neanche la presenza di un centro assistenza strutturato e probabilmente con sedi vicine alla tua abitazione.

Tra le aziende più conosciute e rinomate per quanto riguarda le macchine per il pane ci sono la Kenwood, la Moulinex e l’Imetec.

Le macchine per il pane Kenwood

Kenwood è un’azienda particolarmente conosciuta soprattutto per il rapporto qualità-prezzo dei propri elettrodomestici.

Questo vale anche per le macchine per il pane, la cui potenza è generalmente media (intorno agli 800W) e le cui dimensioni risultano piccole e compatte.

Uno dei migliori modelli Kenwood, sebbene non abbia il programma per preparare lo yogurt, non solo è in grado di preparare la marmellata, ma mette a tua disposizione un programma di impasto rapido, uno per la lavorazione delle farine senza glutine e uno di solo impasto. Potrai insomma, qualora lo desiderassi, lavorare l’impasto per poi cuocerlo in un secondo momento o in un forno professionale.

Le macchine per il pane Kenwood sono generalmente dotate di un dispenser apposito per l’inserimento, in un secondo momento, di ingredienti aggiuntivi all’impasto.

Ecco qualche numero:

  • 15 programmi
  • otto minuti di memoria tampone
  • partenza programmata sino a dodici ore dopo
  • dispenser da 100g
  • 1kg di capienza

Le macchine per il pane Moulinex

Moulinex è invece l’azienda alla quale dovrai rivolgerti qualora stessi cercando una macchina per il pane davvero potente.

Uno dei modelli più venduti raggiunge una potenza pari a 1600W e anche la capienza è decisamente ragguardevole essendo pari a 1.5kg. Le funzioni principali sono 16 programmi di lavorazione, la presenza di una memoria tampone e la possibilità di tenere il tuo pane in caldo per un’ora circa.

Tra gli stampi che vengono dati in dotazione ci sono anche quelli per creare delle piccole baguette deliziose, croccanti fuori e soffici dentro.

Inoltre, essendo come abbiamo visto un modello decisamente potente, avrai due pale impastatrici in grado di lavorare anche le farine più dure e laboriose.

Le macchine per il pane Imetec

Imetec è un’azienda che da sempre ha avuto molta attenzione per i suoi consumatori celiaci o particolarmente attenti alla dieta.

Nei suoi venti programmi di lavorazione, infatti, potrai trovarne sette per il pane tradizionale, sei per le preparazioni dietetiche, tre tipologie di formati e ben sette funzioni specifiche per la cucina senza glutine. A tua disposizione avrai anche tre livelli di doratura: una chiara, una media e una scura.

L’oblò è particolarmente ampio, così che tu possa monitorare l’impasto e la cottura, mentre la potenza è pari a ben 900W. Ideale per le esigenze di un famiglia numerosa, la sua capienza è di circa 1kg!

admin

Back to top
menu
Macchine per Pane