Macchina per fare il pane in casa:informazioni, caratteristiche e fasce di prezzo

Vuoi avere sempre a disposizione per i tuoi pasti dell’ottimo pane fresco fatto in casa? Allora una macchina per il pane può essere l’elettrodomestico che stai cercando.

Grazie a questo strumento, infatti, potrai preparare diversi formati di pane grazie a una macchina in grado di lavorare in autonomia.

Nelle prossime righe ti parleremo nel dettaglio della macchina per fare il pane in casa, dandoti tutte le informazioni e mostrandoti le loro caratteristiche in base alle fasce di prezzo.

Buona lettura!

Macchina per il pane: funzioni principali

Le macchine per fare il pane servono, naturalmente, per fare il pane in casa. Riescono infatti a occuparsi autonomamente di tutti i passaggi principali: mischiano gli ingredienti, lavorano l’impasto, lo lasciano lievitare e, in ultimo, lo cuociono.

Oltre a questo, alcuni modelli particolarmente avanzati a livello tecnologico riescono a preparare anche yogurt e marmellate fatte in casa.

Come funziona una macchina per il pane

Il funzionamento di una macchina per il pane è semplicissimo: non dovrai fare altro che inserire all’interno i singoli ingredienti e selezionare il programma di lavorazione più indicato.

Le fasi di lavorazione sono le seguenti:

  • preriscaldamento, necessario per portare tutti gli ingredienti alla temperatura corretta
  • lavorazione dell’impasto
  • lievitazione
  • cottura

Ma come riesce questo elettrodomestico a funzionare in questo modo? Il segreto è tutto nella sua struttura.

La struttura della macchina per il pane

La macchina per il pane ha una struttura molto compatta e dalla forma decisamente rettangolare. Le sue componenti principali, quelle insomma che permettono a questo strumento di funzionare adeguatamente, sono tre: il motore, il cestello e le pale.

Il motore si occupa dell’effettivo funzionamento della macchina per il pane e può avere una potenza più o meno elevata. A seconda delle tue necessità e delle preparazioni che intendi realizzare, sceglierai il motore più adeguato, tuttavia presta sempre grande attenzione alla presenza di vibrazioni più o meno forti. Infatti, se la tua macchina per il pane non dovesse essere stabile, bensì eccessivamente vibrante, potresti sottoporla a delle sollecitazioni eccessive. Queste ultime possono risultare in un danneggiamento delle componenti della macchina.

Il cestello è il luogo in cui avviene tutto il lavoro, possibile anche grazie alla presenza di una o due pale impastatrici. Scegliendo la macchina per il pane perfetta per te dovrai dunque controllare che la capienza del cestello corrisponda alle tue necessità. Qui avverrà non solo il riscaldamento, ma anche la lavorazione, la lievitazione e la cottura.

Inoltre, è essenziale scegliere un modello che abbia le giuste pale, dotate anche di una lama estraibile. Le pale possono essere:

  • una oppure due
  • alte oppure basse

La scelta di entrambe queste caratteristiche dipende in massima parte dalla tipologia di pane che vuoi preparare. Infatti, se volessi utilizzare della farina comune e avere del pane classico, una pala bassa è più che sufficiente. Al contrario, nel caso di farine particolari, come quelle integrali, kamut o specifiche per il pane senza glutine, orientati verso due pale alte. Questo perché gli impasti classici sono più semplici da lavorare, mentre quelli specifici per chi soffre di celiachia o vuole del pane diverso, hanno una consistenza più densa e necessitano di una lavorazione più intensa.

In ultimo, la cottura all’interno delle macchine per il pane è possibile grazie al calore emanato da una resistenza elettrica.

Macchina per il pane: programmi di funzionamento

Come abbiamo anticipato, per far funzionare una macchina del pane è sufficiente inserire gli ingredienti nel cestello e selezionare il programma di lavorazione.

Quali sono le opzioni tra le quali puoi scegliere?

Tutti i modelli hanno tre programmi principali: pane bianco, pane dolce e pane rustico. I modelli più avanzati, l’abbiamo visto, aggiungono anche un programma per la marmellata e uno per lo yogurt. Inoltre, i programmi sono generalmente suddivisi per la tipologia di farina utilizzata: kamut, integrale, 00, etc. A questo si aggiunge la possibilità di poter selezionare il programma per la preparazione del pane usando il lievito madre, preparare del pane light oppure usufruire di una modalità rapida pensata appositamente per risparmiare tempo.

I diversi formati di pane

Con una macchina per il pane di livello base potrai preparare un unico formato di pane: quello a cassetta, derivante dalla cottura nel cestello principale.

Tuttavia, esistono modelli dal costo accessibile che mettono a tua disposizione diversi formati di cottura. Per esempio, potresti preparare panini di diverse dimensioni e baguette.

Com’è possibile? Grazie a degli accessori appositi, ovvero degli stampini. Inserendo lo stampo scelto nella parte inferiore della macchina per il pane, l’impasto verrà automaticamente trasferito al suo interno per la fase di cottura. Le altre fasi della preparazione continueranno invece ad avvenire nel cestello.

Gli accessori e i materiali

Oltre agli stampini, ci sono degli altri accessori che vengono inclusi nell’acquisto di una macchina per fare il pane in casa. I più importanti sono delle pale impastanti di riserva con delle lame in acciaio inossidabile. In aggiunta, troverai un dosatore e un gancio utilissimo non solo per estrarre eventualmente l’impasto dal cestello, ma anche per prendere il pane una volta cotto.

Quasi tutti i modelli di macchine per il pane, ormai, sono accompagnati da un ricettario con alcuni consigli pratici da seguire.

Per quanto riguarda invece i materiali di costruzione, questi sono generalmente la plastica oppure il metallo. Naturalmente, ti consigliamo di optare per i modelli in metallo, più resistenti, solidi, meno soggetti alle vibrazioni e più semplici da pulire. Lo stesso discorso vale anche per gli accessori: è sempre meglio preferire l’acciaio inox alla plastica e i cestelli costruiti con materiali antiaderenti.

Inoltre, scegliendo un modello in grado di preparare anche marmellate e yogurt, riceverai in dotazione anche dei vasetti in vetro dove conservare i tuoi prodotti.

Come scegliere una macchina per il pane di qualità

Scegliere una macchina per il pane di qualità significa scegliere un modello resistente, accessoriato e con una potenza e una capienza adeguate.

Tuttavia, per essere certo di star acquistando un modello davvero valido, tieni d’occhio la presenza di alcune o tutte queste caratteristiche tecniche aggiuntive:

  • una memoria tampone che consente alla tua macchina per il pane di continuare a lavorare per un certo tempo (dai dieci minuti alla mezzora a seconda del modello) in caso di interruzione di corrente
  • la possibilità di poter programmare la partenza del proprio elettrodomestico sino a un massimo di dodici ore dopo
  • un dispenser per l’aggiunta di ulteriori ingredienti finali come il cioccolato o l’uvetta
  • poter scegliere fra tre livelli di doratura: chiara, media e scura
  • la possibilità di selezionare una funzione di mantenimento al caldo del pane appena cotto

Le fasce di prezzo

il costo delle macchine per il pane, anche qualora dovessi optare per dei modelli di fascia alta, non è particolarmente eccessivo. Questo tenendo in considerazione anche quante sono le funzioni di un elettrodomestico di questo tipo e soprattutto il suo bassissimo consumo energetico.

Possiamo dunque passare dai modelli di fascia bassa che si aggirano intorno ai 50€ sino ad arrivare alle macchine per il pane più professionali che superano, talvolta abbondantemente, i 200€, passando per una fascia di prezzo media che si attesta intorno ai 100€-150€.

A seconda del costo potrai disporre di una macchina per il pane più o meno potente, con un cestello più o meno capiente, con un diverso numero di programmi a tua disposizione e delle funzioni aggiuntive più o meno sviluppate.

Cosa aspetti a scegliere la macchina per il pane perfetta per le tue esigenze domestiche?

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
menu
Macchine per Pane