Macchina per il pane: guida completa all’uso

Macchina per il pane: come si usa e a cosa serve? Quali sono le sue caratteristiche principali e perché questo elettrodomestico sta diventando sempre più conosciuto e apprezzato?

In questo articolo ti proponiamo una guida completa all’uso della macchina per il pane, ti daremo alcuni pratici consigli per la manutenzione e vedremo le caratteristiche migliori che puoi trovare nei diversi modelli.

Buona lettura!

Funzione principale della macchina per il pane

La macchina per il pane, naturalmente, serve per preparare in casa del pane fresco. Il suo vantaggio principale risiede nella completa automatizzazione dei diversi passaggi e nella possibilità di avere un unico strumento in grado di occuparsi di tutto, dal preriscaldamento alla cottura.

Questo è possibile perché la macchina per il pane si occupa delle singole fasi che si succedono tra loro senza il bisogno di un tuo intervento esterno.

Si inizia con il preriscaldamento, necessario per attivare il lievito grazie alla temperatura raggiunta dall’acqua o dal latte, per poi passare a un iniziale mix degli ingredienti. Questa fase di miscelatura si trasforma man mano nella lavorazione di un impasto sempre più corposo, il quale verrà lasciato lievitare sino a quando non sarà pronto. Solo a questo punto inizierà la cottura vera e propria del tuo pane.

A seconda del modello che deciderai di acquistare e delle tue passioni in cucina, potrai trovare delle macchine per il pane in grado anche di preparare autonomamente marmellate e yogurt fatti in casa.

Com’è fatta una macchina per il pane

Tutte le macchine per il pane sono formate da tre fondamentali componenti: il motore, il cestello e le pale impastanti.

Il motore rende possibile l’intero funzionamento della macchina, il cestello è la parte all’interno della quale avvengono tutti i passaggi e le pale sono fondamentali per l’ottima lavorazione dell’impasto.

La struttura è molto compatta e può essere dotata anche di un oblò trasparente tramite il quale seguire l’andamento dei lavori. Essendo un elettrodomestico che si sviluppa prevalentemente in orizzontale è anche poco ingombrante e comodo da utilizzare anche in cucine di piccole dimensioni.

La lavorazione dell’impasto

Lavorare l’impasto è la cosa più importante quando si tratta di preparare il pane. Per questo motivo la macchina per il pane utilizza una oppure due pale impastanti dotate di lame estraibili.

Puoi scegliere delle pale alte oppure delle pale basse; le prime sono più adeguate per le farine più corpose come quella integrale, mentre le seconde sono adatte alla farina di tipo 00. L’ideale sarebbe averle entrambe così da poterle sostituire all’occorrenza.

La lievitazione

La lievitazione, così come la lavorazione dell’impasto, avviene nel cestello. Ti consigliamo di acquistare una macchina per il pane con cestello antiaderente, di modo che non solo sia più semplice da pulire, ma così che tu possa anche estrarre facilmente l’impasto per un’eventuale cottura successiva. A questo scopo ti verrà dato in dotazione anche un gancio che potrai usare anche per prendere il pane cotto.

La cottura

La cottura all’interno della macchina per il pane è diversa a seconda del modello che deciderai di acquistare.

Infatti, nei modelli più semplici ed economici, anche questo passaggio avviene nel cestello. Ciò significa che il formato di pane ottenuto sarà sempre lo stesso, ovvero quello del classico pane in cassetta. Modelli un po’ più avanzati a livello tecnologico, ma decisamente non costosi, prevedono invece la possibilità di poter scegliere tra altri formati. Nello specifico, potrai preparare panini o baguette.

Ma come funziona? Grazie a degli stampi da inserire nella parte inferiore della struttura della tua macchina per il pane. Per esempio, inserendo lo stampo da baguette, dopo la lievitazione nel cestello il tuo elettrodomestico trasferirà automaticamente l’impasto nello stampo e farà partire la cottura. Quest’ultima è possibile grazie al calore emanato da una resistenza elettrica interna alla struttura.

Vantaggi e svantaggi della macchina per il pane

Iniziamo col dire che la macchina per il pane non ha svantaggi di alcun tipo. Anche il costo, infatti, è accessibile e modesto soprattutto per i modelli di fascia bassa o media. Insomma, a meno che tu non voglia acquistare un elettrodomestico davvero professionale puoi cavartela anche con un budget tra i 40€ e gli 80€.

Quello che otterrai sarà del pane fresco preparato senza che tu debba muovere un muscolo o prestare attenzione alle tempistiche di lievitazione o di cottura.

In aggiunta, la macchina per il pane consuma pochissima energia elettrica, quindi puoi stare certo di non vedere lievitare i prezzi in bolletta!

Come si usa la macchina per il pane

La prima cosa da fare per usare la macchina per il pane è la scelta degli ingredienti e il loro inserimento all’interno del cestello.

Ma il segreto del funzionamento di questo elettrodomestico è racchiuso nel suo pannello di controllo. Qui troverai infatti i programmi principali, generalmente divisi per tipologia di farina usata oppure per formato di pane scelto.

Tutti i modelli ti propongono tre programmi base, adatti per preparare il pane bianco, il pane rustico e il pane dolce. In aggiunta, puoi trovare i programmi specifici per la farina kamut, per quella integrale e per le lavorazioni senza glutine. Nelle macchine per il pane ancora più avanzate puoi trovare anche un programma rapido e uno specifico per le preparazioni dietetiche. Naturalmente, acquistando i modelli in grado di preparare anche yogurt e marmellate troverai i programmi riferiti a queste possibilità.

Come effettuare la manutenzione

Come succede per molti altri elettrodomestici, anche la macchina per il pane ha bisogno di tanto in tanto di qualche intervento di manutenzione.

Una delle cose più importanti per mantenere elevate le sue performance è controllare la potenza del motore. I modelli con potenza pari a 800W sono molto buoni, ma se cerchi una macchina per il pane davvero professionale la potenza salirà sino ai 1600W. Tuttavia, è fondamentale che il motore non sia eccessivamente potente perché potrebbe causare della vibrazioni a lungo andare insostenibili per le parti meccaniche che compongono la struttura di una macchina per il pane. Per evitare questi danni, insomma, non ricercare un’eccessiva potenza se soprattutto non ne hai bisogno e assicurati di sistemare la macchina per il pane su un piano di lavoro stabile.

Per quanto riguarda invece la pulizia, non utilizzare detergenti troppo aggressivi perché basterà un semplice panno umido. Stampi, pale e lame sono tutti estraibili e lavabili tranquillamente.

Funzioni aggiuntive

Alle funzionalità che abbiamo visto lungo questo articolo ne possiamo aggiungere alcune che non sono necessarie per il corretto funzionamento della tua macchina per il pane, ma che sono comunque molto utili da avere a propria disposizione.

Puoi avere due particolari funzionalità da utilizzare dopo la cottura del pane: la funzione doratura, per la quale potrai scegliere fra tre livelli e il mantenimento al caldo.

Utilissima è la possibilità di poter programmare l’avvio della macchina per il pane. In questo modo potrai uscire la mattina per andare al lavoro, programmare l’avvio per il pomeriggio, tornare a casa e trovare il pane caldo appena sfornato.

E se dovesse andar via la corrente elettrica? Nessuna paura. Molti modelli sono ormai dotati di memoria tampone, un’interessantissima funzionalità che consente alla macchina per il pane di continuare a lavorare anche durante un’interruzione di energia elettrica. La memoria tampone, tuttavia, è limitata. In alcuni modelli può avere una durata inferiore ai dieci minuti, mentre in altri può superare la mezzora. Ad ogni modo la tua macchina per il pane non si fermerà improvvisamente sul più bello.

 

Cosa aspetti a rendere ancora più tecnologica la tua cucina?

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
menu
Macchine per Pane